KENYA Cisp Education Project
Onlus Mariana

Sede:Malindi – Kenia

Referente:Sandro De Luca

Chi è Il CISP?

Il CISP (Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli) è una Organizzazione non Governativa nata a Roma nel 1983. Il CISP è attivo in oltre 30 paesi in tutto il mondo in Africa, Sud America, Caraibi, Asia, Medio Oriente e Europa. Negli ultimi 25 anni ha realizzato più di 600 progetti in 38 paesi, raggiungendo milioni di persone.

I principali campi di azione del CISP sono: sviluppo rurale, lotta alla povertà, sicurezza alimentare, salute urbana e rurale, difesa dei diritti dell’infanzia, educazione e gestione ambientale.

Il CISP lavora in Kenya dal 1988 e a Malindi dal 2000.

Presentazione:

Il CISP ha iniziato questo progetto in Kenya poiché ritiene che l’accesso all’educazione e alla salute è fondamentale per migliorare la vita delle persone e il loro potenziale per lo sviluppo. Il progetto ha l’obiettivo di fornire alla popolazione locale gli strumenti per migliorare la loro vita. Il progetto ha lavorato inizialmente con 3 centri scolastici comunitari e attualmente ne coinvolge 41. L’intervento si inserisce in una progettualità più ampia di potenziamento dell’accesso all’istruzione nelle aree rurali e della formazione delle comunità.

Perché lo facciamo?

Il grado di povertà e le statistiche del distretto sull’educazione parlano da sole. Circa il 66% della popolazione è considerata in condizioni di povertà dal Governo Keniota, non in grado di soddisfare i bisogni primari quali il cibo. L’area di Magarini si colloca al 189esimo posto (su 210) negli indici nazionali di povertà compilati dall’Ufficio centrale di Statistica nel 2005. Nonostante la presenza di un settore turistico legato alla presenza di stranieri il distretto di Malindi è una realtà straordinariamente povera e una delle ragioni per cui rimane povera è la mancanza di accesso alle strutture educative. In tutta l’area di Magarini (un terzo del distretto) c’è solo una scuola secondaria. Semplicemente non esistono infrastrutture.

La distanza media per raggiungere una fonte di acqua potabile nel distretto è 3 Km. I tassi di iscrizione nelle scuole primarie sono tra i più bassi del paese: 84% per i bambini e il 67% per le bambine, contro una media nazionale rispettivamente del 95% e 90%.

I tassi di abbandono scolastico nelle scuole primarie sono del 44.7% e del 59.9% per i bambini e le bambine. I tassi di iscrizione nelle scuole secondarie nel distretto sono del 14.7% per i ragazzi e 1.7% per le ragazze.

Cos’è una Scuola comunitaria per la Prima Infanzia comunitaria (ECD Centre)?

In Kenya le aree rurali nelle aree rurali, non esistono generalmente strutture scolastiche per l’educazione primaria. La politica del governo nazionale consente alle comunità di creare scuole di avviamento alla primaria (Early Childood Development Centres) che consentono di avviare i bambini 2 all’alfabetizzazione e si dimostrano molto efficaci nel prevenire successivamente l’abbandono scolastico. Si tratta di centri sostenuti dai genitori stessi e gestiti e finanziati con il supporto delle comunità, che devono fornire i locali, i materiali didattici e reclutare, pagare e gestire gli insegnanti. La mancanza di risorse, soprattutto nelle aree impoverite in cui il CISP lavora, spesso non consente la creazione di ambienti e spazi favorevoli alla preparazione ad un percorso educativo.

Ci sono oltre 400 scuole a gestione comunitaria solo nel distretto di Malindi. Spesso avviate come cetri ECD crescono fino a diventare scuole primarie vere e proprie.

Nonostante la decisione del governo keniano di puntare a garantire accesso gratuito e universale all’educazione, la traduzione in pratica di questo impegno si è rivelata assolutamente insufficiente. Il sistema scolastico è stato travolto da queste sollecitazioni (le classi dei primi anni della primaria arrivano ad avere anche 70-100 alunni per classe) e le comunità devono auto-organizzarsi per far fronte ai bisogni dei bambini.

I centri educativi a livello di comunità hanno però spesso sedi fatiscenti, strutture temporanee o semipermanenti che spesso hanno anche altre funzioni, come le chiese. Nella maggior parte dei casi, non hanno acqua e bagni vicini e le scuole chiudono per mancanza di fondi per pagare i salari degli insegnanti.

Il progetto Educazione del CISP lavora attualmente con 41 scuole comunitarie e sostiene la formazione di 81 insegnanti. Parte integrante del progetto è rappresentato dal monitoraggio costante delle attività dei maestri e la sensibilizzazione delle comunità sull’importanza dell’educazione e sulla creazione degli ECD.

Nelle 41 scuole attualmente sostenute sono iscritti 2.850 bambini (48,8% femmine e 51,2% maschi).

Le scuole sono organizzate in 3 gruppi territoriali:

  • Gongoni / Shomela– 1.086 bambini
  • Ngomeni / Mambrui– 629 bambini
  • Kaembeni / Magarini– 1.135 bambini

Ogni raggruppamento territoriale è visitato regolarmente da un Field Officer del CISP

Il progetto intende rafforzare l’impegno delle comunità sulla educazione della prima infanzia che ha un impatto positivo dimostrato sulla qualità dell’educazione e sulle performance future del bambino nella suo intero percorso scolastico.

Il CISP non si sostituisce alle autorità ed alle comunità nel provvedere servizi di educazione per i bambini, ma lavora a sostenere i community leaders, i genitori e le istituzioni per migliorare l’accesso all’educazione e la sua qualità.

Progetto e Attività:

  1. Formazione degli Insegnanti

Le attività di capacity building per gli insegnati puntano a fare acquisire competenze nella gestione della classe e nella attenzione al bambino in particolare nelle comunità rurali marginali. Tutti gli insegnanti sostenuti dal programma esercitano nella stessa area.

La selezione degli insegnati beneficiari della formazione si basa sulle loro qualifiche e sull’impegno a sostenere lla comunità come insegnanti di un ECD

Vengono identificate 3 livelli di formazione sulla base del loro background formativo certificato.

Gli insegnanti frequenteranno le sessioni formative durante i periodi di chiusura delle scuole e riassumeranno servizio non appena le scuole riapriranno. Lo staff del CISP assicurera’ un monitoraggio costante per verificare l’implementazione delle lezioni apprese nella formazione

Come illustrato nel budget allegato e’ stato identificato un totale di 28 insegnanti come possibili beneficiari delle borse di studio. Costo Totale in KSHS 777,890 (in Euro 7.780, in media 276 Euro per insegnante).

  1. Attività di Sensibilizzazione – Educazione per la Comunità locale

Il programma di sensibilizzazione - educazione della comunità sara’ condotto in 3 gruppi territoriali (clusters), in ognuno dei quail saranno organizzati 2 incontri. Il target di questa attività nel 2011 e’ il raggiungimento, nell’area di intervento del progetto, di 2000 persone, contro le 1003 raggiunte nello scorso 2010.

Nell’ambito del programma di sensibilizzazione saranno toccati i seguenti argomenti:

Igiene e Salute e l’importanza della educazione pre-primaria. Cio’ sara’ possibile grazie alla collaborazione tra il CISP, il Ministero della Educazione locale e le Agenzie di formazione e Training che collaborano con il CISP e con gli insegnanti Scuole per la Prima Infanzia.

La sensibilizzazione e’ particolarmente vitale in queste comunità a causa della loro scarsa conoscenza e mancanza di informazioni chiave sulla sanita’ e sulla educazione pre-primaria. La comprensione dell’importanza della Educazione Pre - Primaria facilitera’ il lavoro degli insegnanti formati, che potranno contare sul sostegno delle comunità per massimizzare le conoscenze acquisite durante la loro formazione ed educare al meglio i bambini, beneficiari del progetto. L’obiettivo fondamentale di questa attività e’ proprio aumentare il contributo e la partecipazione da parte delle comunità alla Educazione pre Primaria.

  1. Formazione per i Comitati di gestione in 29 Scuole per la Prima Infanzia

I Comitati di gestione delle scuole comprendono i rappresentanti dei genitori (n.3), l’insegnante responsabile della scuola che e’ anche il segretario del Comitato (n. 1), e le persone che svolgono un ruolo particolarmente attivo nella comunità ( n. 3) su temi come lo sviluppo (anziani di villaggio e capi di villaggio) per un totale di sette membri (n. 7).

L’obiettivo di questo intervento e’ assicurare la sostenibilita’ del progetto. Occorre fornire ai Comitati di gestione la conoscenza e le informazioni necessarie affinche’ possano comprendere il concetto generale di Educazione Pre-Primaria, il loro ruolo e la loro responsabilita’in tale ambito , e le risorse potenziali da attivare nella amministrazione delle scuole. Cio’ promuovera’ il loro supporto agli insegnanti in termini di salario e di risorse per la scuola. Inoltre il training motivera’ i Comitati di gestione ad assumere un ruolo attivo nella mobilizzazione delle comunità (genitori) per il supporto alla educazione dei bambini e per la partecipazione alla raccolta di risorse.

Il training di 2 giorni coprira’ i seguenti argomenti/moduli formativi:

Il programma di formazione coprira’ i comitati di gestione di 29 scuole; le scuole saranno aggregate i gruppi a seconda dell’area di provenienza: saranno organizzati 8 gruppi suddivisi in 3 gruppi territoriali (clusters) per un totale di 203 partecipanti cosi’ come di seguito illustrato:

Guarda la gallery









CONTRIBUISCI ORA


Estremi bancari
Associazione Mariana Opere nel Mondo Onlus
BANCA POPOLARE DI MAROSTICA FILIALE DI THIENE
IBAN: IT39 Y055 7260 790C C096 1005 822

Conto corrente postale n° 18108498
Intestato a: Associazione Mariana Opere nel Mondo Onlus
Via Santa Rosa, 15 - 36010 Zanè (Vi)

CONTATTI


Via Santa Rosa, 15 - 36010 Zanè (Vi)
Tel. +39 0445 804482 - 0445 / 804461
info@onlusmariana.org
Skype: onlus_mariana

DONA ORA


Dona ora ad Onlus Mariana
2017-05-30T18:44:04+00:00